Blog: http://ItaliaDomani.ilcannocchiale.it

Lo stato gestionale 1

Forse occorre rivedere lo stato sociale nelle sue fondamenta e mitigarne gli effetti sociali.
Occorre partire da due o tre assunti storici:

a) Il politico meno soldi pubblici maneggia e meglio è per tutti.
b) quando le regole sono eccessive nessuno le osserva
c) quando le magle della rete sono larghe è molto facile infilare mani e braccia.


Le pensioni d'oro.
Non si capisce bene che differenza passa lo stomaco di un pensionato sociale ed il solito super manager pubblico o politico che sia.
Vale sicuramente la pena dare uno sguardo a ciò che altri gia fanno:

La pensione minima deve essere decorosa. La pensione massima non può essere il doppio di quella minima.

La pensione scatta sempre e comunque alla massima età prevista dalla legge

Tutti sono liberi di rivolgersi alle sistema previdenziale privato. Le somme sono defalcabili dalle tasse.


Il sistema è molto semplice.
Il cittadino paga una percentuale direttamente alla Cassa Pensione.Se non ha mai pagato nulla riceve, come in tutti i paesi, la pensione minima sociale. Gli altri una cifra variabile di contributi versati che vanno da quel minimo al doppio.

Ogni anno il Parlamento affronta la questione con dati statistici alla mano e decide due cose fondamentali: l'adeguanto della percentuale del prelievo e l'ammontare della pensione minima.


I Vantaggi.
Il sistema è molto snello e rimane sempre in pareggio perchè le uniche cifre da tenere in considerazione sono relativamente poche: la forza lavoro, la spesa per i pensionati, l'aspettativa di vita. Da qui è semplice risalire alla percentuale da pagare ed alle pensioni da erogare.
La contabilità è molto semplice.
Non altrettanto nel nostro paese dove era possibile andare in pensione dopo 15 anni di contributi, in età quindi relativamente giovane, per continuare a lavorare in nero ed arrivare a percepire nella lunga vita pensionistica molto di più di quanto versato.






Un piccola idea per un futuro se non migliore almeno amministrativamente molto più semplice.




Pubblicato il 5/6/2010 alle 15.24 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web