.
Annunci online

ItaliaDomani
Per un Paese migliore.
Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte


Un Paese migliore è possibile. Migliore nei rapporti etico sociali, nel buon vivere civile, nella sua amministrazione, nella sua urbanistica.

 

SCIENZA
Monti ed i poteri forti.
18 novembre 2011
L'Italia stava per finire come la Grecia ma con la differenza che si sarebbe tirata dietro tutta l'Europa.
E se finivamo con il sedere per terra noi i poteri forti ci avrebbero fatto compagnia.
Tutti avremmo perso: cittadini, banche,multinazionali, assicurazioni.

GLI AMBASCIATORI.
O Silvio Berlusconi, una capra vestita e parata a festa mollava e dava le dimissioni o i poteri forti lo avrebbero attaccato. Gli amasciatori dell'ultimatum sono stati Marina Berlusconi e Fedele Confalonieri. Lo scemo non era non è all'altezza di rendersi conto di quanto sia catastrofico per l'economia.

IL NUOVO CAPO DEL GOVERNO.
Non credo che i poteri forti abbiano fatto pressing al presidente della Repubblica sul nome di Mario Monti perchè, automaticamente il nuovo capo del governo doveva essere capace e competente e sopratutto avere credibilità internazionale. Di bravi , capaci e competenti ne abbiamo a iosa ma di figure internazionali non moltissime.
Questa nomina è comunque gradita ai poteri forti.

MARIO MONTI SERVO DI QUALCUNO?
Non credo. Credo che sia un galantuomo che al giuramento di fedeltà alla Patria ed alla Costituzione ci crede, farà comunque, di riflesso, gli interessi dei poteri forti perchè l'economia è in mano ai poteri forti, interesse che comunque conviene anche al cittadino, è reciproco.













permalink | inviato da Filemore il 18/11/2011 alle 18:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
POLITICA
Lo stato gestionale 1
5 giugno 2010
Forse occorre rivedere lo stato sociale nelle sue fondamenta e mitigarne gli effetti sociali.
Occorre partire da due o tre assunti storici:

a) Il politico meno soldi pubblici maneggia e meglio è per tutti.
b) quando le regole sono eccessive nessuno le osserva
c) quando le magle della rete sono larghe è molto facile infilare mani e braccia.


Le pensioni d'oro.
Non si capisce bene che differenza passa lo stomaco di un pensionato sociale ed il solito super manager pubblico o politico che sia.
Vale sicuramente la pena dare uno sguardo a ciò che altri gia fanno:

La pensione minima deve essere decorosa. La pensione massima non può essere il doppio di quella minima.

La pensione scatta sempre e comunque alla massima età prevista dalla legge

Tutti sono liberi di rivolgersi alle sistema previdenziale privato. Le somme sono defalcabili dalle tasse.


Il sistema è molto semplice.
Il cittadino paga una percentuale direttamente alla Cassa Pensione.Se non ha mai pagato nulla riceve, come in tutti i paesi, la pensione minima sociale. Gli altri una cifra variabile di contributi versati che vanno da quel minimo al doppio.

Ogni anno il Parlamento affronta la questione con dati statistici alla mano e decide due cose fondamentali: l'adeguanto della percentuale del prelievo e l'ammontare della pensione minima.


I Vantaggi.
Il sistema è molto snello e rimane sempre in pareggio perchè le uniche cifre da tenere in considerazione sono relativamente poche: la forza lavoro, la spesa per i pensionati, l'aspettativa di vita. Da qui è semplice risalire alla percentuale da pagare ed alle pensioni da erogare.
La contabilità è molto semplice.
Non altrettanto nel nostro paese dove era possibile andare in pensione dopo 15 anni di contributi, in età quindi relativamente giovane, per continuare a lavorare in nero ed arrivare a percepire nella lunga vita pensionistica molto di più di quanto versato.






Un piccola idea per un futuro se non migliore almeno amministrativamente molto più semplice.







permalink | inviato da Filemore il 5/6/2010 alle 15:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
POLITICA
La riforma della giustizia.
22 novembre 2009
la riforma della giustizia può essere ottenuta solo affrontandola contemporaneamente su più campi.

La Riforma legislativa.
Abbiamo tante di quelle leggi che è pressochè impossibile osservarle tutte. Il caos più completo.
Ma non abbiamo un codice edile che cerchi di anticipare, in fase di costruzione di un edificio, le lite condominiali così copme non abbiamo un preciso e ferreo codice condominiale.
All'estero le cause per fatti di condominio proprio non esistono e gli amministratori sono usualmente i notai, persone che di professione fanno gli arbitri.
Quanta percentuale di cause civili in meno? Il 5%, il 10% ?

All'estero le assicurazioni hanno forme di obbligo e di assistenza per accertare i danni, da noi se ne fregano, male che vada aumentano il premio e buonanotte. Quante cause in meno?

All'estero il giudice di pace (o equivalente) è fornito di macchina con un vigile urbano come autista.
Pensate ad una lite di confine agricoli fatta solo per puntiglio. La sicurezza che arrivi in loco un giudice, un vigile urbano ed il tecnico comunale con la mappa servirebbe a scoraggiare simili atteggiamenti. ma anche le liti fra vicini, fatte sempre per puntiglio. Quante cause in meno?

Il processo penale.
Negli altri stati si viene giudicati da un collegio di tre o cinque magistrati. Non è previsto l'Appello.
Saranno stati ubriachi tutti e 3 o 5 i magistrati?
Se non escono elementi nuovi nessuna revisione del processo. Punto.

Non solo. Ma il messaggio è:
Non la fai franca per decorrenza dei termini o prescrizione ti conviene quindi confessare, fare la lagrimuccia del pentito e sperare nel minimo della pena da scontare in un carcere di minima sicurezza dove si sta un pò più comodi.

E sopratutto chi a che fare con la giustizia ha la residenza giuridica presso il suo avvocato. Verrà cercato o convocato con e-mail, sms, o telefonata presso il suo avvocato. Punto.

E gli avvocati non possono rimandare una causa perchè ne hanno un altro. Non esiste proprio.
Ed infatti sono tutti consociati in uno studio.

Lo stesso per i PM che spesso lavorano fianco a fianco per potersi sostituire vicendevolemente....e non perdere la memoria precessuale in caso di attentati.

E le carceri?
Di massima e minima sicurezza. Nelle carceri di minima sicurezza vengono trasferiti i detenuti che con buona condotta hanno scontato il 75% della pena. Una guardia ogni 10 detenuti.
La notte una guardia ogni 50....pensate che uno dopo 7.5 di galera con un fine pena di 2.5 anni evada? Non evade, non gli conviene, ma noi risparmiamo sulle spese di gestione.

Massima sicurezza? Deve proprio essere massima e basta.

In linea di massima è il mio pensiero...


































permalink | inviato da Filemore il 22/11/2009 alle 18:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
POLITICA
La prescrizione
20 novembre 2009
La prescrizione dei reati non esiste per il semplice fatto che è un'immoralità.

Si accetta il fatto che più tempo trascorre e più difficoltso sarà il processo.
Il tempo massimo è stato arbitrariamente stabilito in 30 anni.
Dopo 30anni il processo non si fa più perchè si avranno testimoni passati a miglior vita, rimambiti dall'età, documeti peri o illeggibili e mille altri umani motivi.

Solo il reato di genocidio non cade mai in prescrizione. Per una questione di princio e pur sapendo che il processo sarà inutile. Chi infatti ricorderà il viso del genocida?

ma poi scusate...noi accetteremmo che lo stupratore di una nostra parente se ne vada in giro per avvenuta prescrizione?




permalink | inviato da Filemore il 20/11/2009 alle 19:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
giugno